Nella mattinata di sabato 16 dicembre, durante la giornata Scuola Aperta, si è svolto un incontro di presentazione della nuova stampante 3D dell'Istituto.
La stampante è stata acquistata grazie ad un Progetto di crowdfunding lanciato nella scorsa primavera.
 
Il progetto, finalizzato all'allestimento del laboratorio PacArtLab,  prevede lo sviluppo di tre aree innovative legate alla didattica digitale: progettazione di arte visiva digitale attraverso l'uso della tecnologia di stampa 3D, sviluppo delle abilità computazionali e avviamento al coding e alla robotica attraverso l'uso di software opensource e di kit di robot didattici,  progettazione solidale di collaborazione tra le nostre classi del corso per geometri (ora tecnici di costruzioni ambiente e territorio) ed enti no-profit che agiscono nel continente africano (in particolare in Tanzania ed Angola).
I docenti dell'Istituto stanno ora progettando gli ambienti ed organizzando le attività che impiegheranno le nuove strutture.
 
Per quanto riguarda la stampante 3D la scelta dell'Istituto è caduta su una stampante Extra large prodotta da una azienda italiana (la Sharebot) che si è resa disponibile a sovrintendere alla formazione degli operatori e che si configura come Start Up Innovativa.
L'incontro è stato molto interessante  per delineare il panorama delle possibili applicazioni nel futuro della stampa 3D, si è parlato delle  risorse software, molte delle quali opensource, sono stati illustrati i nuovi materiali su cui la ricerca si sta applicando.
L'occasione e la disponibilità dei responsabili della Sharebot sono stati però anche molto utili per una riflessione sulle possibilità che si aprono alle Start up innovative attraverso la storia di una di esse: in questo modo le classi partecipanti hanno approfondito alcune conoscenze teoriche acquisite nell'ambito dell'Alternanza Scuola Lavoro.
 
Area degli allegati
 
 
 
 
 

Pubblicata il 08 gennaio 2018